Associazione per una Rivoluzione Democratica
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Dal carteggio Marx-Engles sulla guerra franco-tedesca

Andare in basso

Dal carteggio Marx-Engles sulla guerra franco-tedesca Empty Dal carteggio Marx-Engles sulla guerra franco-tedesca

Messaggio  leozaquini Ven 06 Mar 2009, 20:45

MI riimabatto oggi in una lettera interessante di Mark ad Engels, sul tema della guerra franco-prussiana.

La trovate qui in francese:
http://www.marxists.org/francais/marx/works/00/commune/kmfecom02.htm
= = =

Ho letto questa lettera per la prima volta alcune settimane fa. Da anni ormai invece sono quasi persino assuefatto ai testi di Bakunin, che ripeteva sempre che "i socialisti tedeschi" (con questo lui si riferiva a Marx ed Engels) "per prima cosa e principalmente sono anti-slavi. Subito dopo e se rimane loro del tempo, sono nazionalisti. E l'internazionalismo? Per quello non hanno mai il tempo".
Le prima volte (a me, gia' da diverse generazioni "marxista") queste frasi mi stupivano. Poi mi ci sono abituato, ma questa lettera (nella quale mi ri-imbatto oggi) mi ha fatto pensare

Leggendo questa lettera e soprattutto la frase (che traduco) non ho potuto che pensare al fatto che il vecchio Bakunin, personaggio di certo un po' sgangherato, diverse cose le vedeva giuste. O, almeno, le "annusava" correttamente.

Ecco il Karletto, nonostante le arie da scienziato che si dava, il 20 luglio 1870 che stronzate diceva:

"I francesi hanno bisogno di una regolata. Se i prussiani vincono, la centralizzazione del potere dello stato sara' utile alla classe operaia tedesca. Se la Germania vince, il centro di gravita' del movimento operaio europeo si spostera' dalla Francia alla Germania, e basta comparare il movimento nei due paesi dal 1866 ai nostri giorni per vedere che, dal punto di vista della teoria e dell'organizzazione, la classe operai tedesca e' superiore a quella francese. I'aumento del suo peso sulla scena mondiale significherà anche che la nostra teoria si affermerà su quella di Proudhon".

Si puo' essere piu' teste di kaz * * * di cosi' ?
Prima e seconda guerra mondiale, persino un briciolo di socialismo-nazionale (o nazional-socialismo?), . . . tutto il '900 insomma, e' ben riassunto in questa frase di completa ed assoluta idiozia.
Il povero Bakunin, aveva di certo i suoi difetti, ma aveva anche un certo fiuto.

leozaquini

Messaggi : 40
Data di iscrizione : 04.03.09

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.